Eventi
27
Settembre
2021
27.
09.
2021
05
Ottobre
2021
05.
10.
2021
11
Ottobre
2021
11.
10.
2021
29
Ottobre
2021
29.
10.
2021
03
Dicembre
2021
03.
12.
2021

Accelera la crescita del Centro Competenze LifeStyle-Tech in Ticino

Servizio comunicazione istituzionale

14 Dicembre 2020

Sostenuta dal Municipio di Lugano, l’associazione LifestyleTech Competence Center (LTCC) è stata co-fondata il 16 luglio scorso da USI, SUPSI, Accenture, Bally, Guess, Microsoft, Hyphen, Dagorà Innovation Hub e Loomish. L'Associazione ha annunciato in conferenza stampa il 14 dicembre scorso, la prospettiva di una crescita importante delle proprie attività nel corso del 2021, grazie allo sviluppo di progetti di ricerca universitari, ad un piano di “open innovation” finanziato da Microsoft, alla creazione di nuovi posti di lavoro da parte del gruppo Accenture nel 2021 e al sostegno del gruppo UBS.

L’Associazione luganese in primavera ha creato un polo di ricerca e sviluppo di circa 1’000 m2 che mira a diventare un centro di eccellenza internazionale nella creazione di tecnologie innovative nei settori alimentare, moda, design, turismo e salute [>> https://www.usi.ch/it/feeds/14062]. Le attività del polo si appoggiano sullo sviluppo di tecnologie di riferimento quali l’eCommerce, la Blockchain, lo sviluppo 3D, l’Artificial Intelligence, Big Data, l’Internet of Things e più in generale le innovazioni nel settore dell’ICT. Tra gli obiettivi dichiarati del Centro di competenza ci sono la volontà di attrarre nel nostro Cantone importanti investimenti da parte di multinazionali svizzere ed estere, stimolare la crescita imprenditoriale e contribuire attivamente alla creazione di posti di lavoro in Ticino.

Nel corso della conferenza stampa tenutasi lunedì 14 dicembre sono stati illustrati i progressi finora fatti e annunciati le importanti prospettive di crescita attesi per il 2021. Dopo gli interventi istituzionali del Consigliere di Stato Christian Vitta – che ha annunciato la prontezza del Governo ticinese di investire nel segmento LifeStlye Tech – e del Sindaco di Lugano Marco Borradori -  che ha sottolineato come l’innovazione sia centrale per la strategia di sviluppo della Città – è intervenuto il Presidente di LTCC Carlo Terreni, che ha spiegato che “I progetti in corso sono ambiziosi e l’Associazione sta prendendo piede, per assurdo, spinta dall’effetto contrario della crisi. Le aziende di tecnologia nel settore LifeStyle stanno crescendo moltissimo, hanno bisogno di assumere, di spazi dove insediarsi e di progetti di ricerca per continuare ad assecondare le evoluzioni del mercato, che in parte la crisi pandemica ha generato”. Inoltre, le scelte di UBS, Microsoft, Dagorà e Accenture di investire a Lugano sono una dimostrazione pratica e tangibile dell’attrattività del nostro territorio nel settore LifeStyle”. A seguire, Luca Pedrotti, Direttore Regionale UBS Ticino, ha annunciato l’importante sostegno da parte della banca per le attività dell’Associazione: “UBS è convinta a diventare sponsor e membro dell’Associazione per l’ampiezza degli ambiti di cui si occupa il LifeStyle tech, - moda, salute, turismo, alimentazione ecc. – e per le prospettive che il settore offrirà in termini di impieghi, innovazione, e investimenti. L’impegno di UBS si fonda quindi sugli obiettivi comuni, ovvero di contribuire all'innovazione e allo sviluppo economico del nostro Cantone”.

Il Centro di competenza si occupa di avviare e coordinare progetti di ricerca, facilitando l’incontro e l’interscambio della conoscenza tra le le imprese associate e le eccellenze accademiche già presenti sul territorio. Boas Erez, Rettore dell’Università della Svizzera italiana, ha sottolineato come “il settore LifeStyle Tech non significa solo fashion, ma anche enogastronomia, turismo, salute, design e altro ancora. Per noi questo è un concetto molto interessante che ci permette di contribuire con le nostre variegate competenze accademiche e di rafforzare nel contempo la presenza dell’ateneo in settori in cui è già attiva. Si pensi per esempio al Master in Digital Fashion Communication, che viene offerto in collaborazione con Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne a Parigi, da cui sono nati progetti anche nel nostro territorio, come quello già corso tra USI, Bally, e Hyphen per sviluppare modalità di comunicazione digitale per il Schuhmuseum Bally”. Il Rettore dell’USI ha inoltre annunciato la nomina del professor Luca Maria Gambardella quale nuovo Prorettore per l’innovazione e le relazioni aziendali, sottolineando così l’impegno dell’ateneo nel contesto tecnologico e imprenditoriale nella Svizzera italiana.

Dal canto suo, Emanuele Carpanzano, Direttore Dipartimento tecnologie innovative SUPSI (DTI), ha ribadito l’impegno del DTI nel voler favorire la realizzazione progettuale in seno al LTCC. “Abbiamo diversi progetti in divenire, tra cui la creazione di nuovi ‘ChatBot', degli agenti di conversazione che sfruttano le nuove tecniche di ‘linguistica computazionale’ per la personalizzazione della vendita di prodotti o la fornitura di servizi”.

Il Centro Competenze ha già raccolto nei primi sei mesi di vita, importanti investimenti privati tra i propri associati per finanziare progetti di ricerca e attività di “Open Innovation”. Tra questi Microsoft, recentemente insediata in Ticino. Luca Callegari, membro di Direzione di Microsoft Svizzera, ha spiegato: “L’Associazione LTCC offre le condizioni alle aziende innovative per accelerare il loro ‘time to market’, la loro competitività, per essere pronte a rispondere al meglio alle diverse sfide e opportunità del mercato. Sin dalla formazione del Centro abbiamo investito nella costruzione della nostra presenza locale, attraverso lo sviluppo di un laboratorio di innovazione all'interno dell'LTCC stesso, impegnandoci nell'individuazione di startup e nel supporto tramite attività di mentoring e coaching delle imprese del territorio”. Callegari ha inoltre annunciato l’assunzione, dal 1° gennaio 2021, di un dipendente a tempo pieno che collaborerà con l’Associazione per lo scouting tecnologico nella regione.

L’impatto positivo sul territorio del polo di ricerca è comprovato dalla creazione di nuovi posti di lavoro in Ticino, come ha annunciato Accenture per la prima fase di uno suo strutturato processo di crescita a tappe previsto tra il 2021-2023. Michele Raballo, Managing Director & Board Member Accenture Svizzera, ha dichiarato che “il Ticino sarà per Accenture un importante polo di Ricerca e Sviluppo nei prossimi anni. Creeremo infatti da gennaio alcune decine di nuove posizioni lavorative e stiamo finalizzando un accordo di collaborazione con SUPSI-DTI per il finanziamento di borse di studio nell’ambito dell’Artificial Intelligence. Vogliamo creare dei team specializzati in diverse aree, partendo dai talenti già presenti sul territorio”.

L’Associazione LifeStyle-Tech Competence Center
Lo scopo dell’associazione è promuovere e sostenere, nel quadro dell'Innovation Park Ticino, le imprese innovative che svolgono attività di ricerca e sviluppo nel settore LifeStyle-Tech, FoodTech, FashionTech, MediaTech, Traveltech, DesignTech, ArtTech, Smartworking, Smartliving, eEntertainment, SportTech e simili, al fine di migliorare la loro competitività con impatto positivo sulla società in termini economici, di posti di lavoro qualificati e di qualità della vita. L'Associazione intende in particolare favorire le sinergie tra i partner rilevanti e la creazione di un centro di competenza dedicato alle industrie del Lifestyle, sostenendo la crescita organica della comunità a livello svizzero e internazionale. In particolare, l'Associazione intende promuovere la collaborazione tra aziende e istituti accademici, favorendo il trasferimento di tecnologia e del sapere. L'Associazione non persegue scopi commerciali o la realizzazione di un profitto.

Il servizio de Il Quotidiano RSI, 14.12.2020